Sono 28 le domande presentate da Forlani&Co per i Contributi a fondo perduto per le imprese balneari dell’Emilia Romagna

Forlani&co ha fornito assistenza a 28 progetti di riqualificazione balneare, da Bellaria a Cattolica, per l’ottenimento dei contributi previsti dal bando “balneari” della Regione Emilia Romagna, Legge regionale n. 40/2002 art. 11, comma 3 bis 

Cosa incentiva la misura

La Regione Emilia Romagna promuove progetti di importo minimo pari a € 30.000,00 (trentamila/00) volti alla riqualificazione, innovazione e sostenibilità delle imprese balneari.

Chi sono i beneficiari

Imprese di tutte le dimensioni e forma giuridica, esercitanti (anche in concessione) le seguenti attività:

  1. Stabilimenti balneari;
  2. Strutture balneari.

In cosa consiste l’aiuto

Contributo a fondo perduto pari al 40% delle spese ammissibili fino ad un massimo di € 15.000,00 (quindicimila /00).

La percentuale di contribuzione è maggiorata al 45% nei casi di imprese femminili/giovanili (vedi requisiti imprese femminili e giovanili) e di investimenti volti alla sostenibilità ambientale dell’impresa.

Quali sono le spese ammissibili

Spese sostenute a partire dal 1° gennaio 2020 ed entro 6 mesi dalla data di concessione del contributo per:

  1. Opere edili, murarie e impiantistiche;
  2. Acquisto di attrezzature, arredi e dotazioni informatiche;
  3. Consulenze strettamente connessi alla realizzazione dei progetti (max 10%).

Attrezzature e arredi, affinchè siano ammissibili, dovranno essere registrate nel libro cespiti.

Quando presentare la domanda e stanziamento previsto

È possibile presentare domanda a partire dalle ore 10:00 del 28 ottobre 2020. È prevista una procedura valutativa a sportello secondo l’ordine cronologico di presentazione delle domande. Lo sportello sarà chiuso al raggiungimento di 250 domande.

La piattaforma per la presentazione della rendicontazione delle spese sarà disponibile a partire dalla data del 15 aprile 2021.

Le risorse complessivamente stanziate dalla Regione ammontano a € 3.500.000,00.

Documenti necessari per la predisposizione della domanda

  • Visura camerale aggiornata
  • Documento di identità e codice fiscale Legale Rappresentante
  • SCIA / licenza / autorizzazione all’esercizio dell’attività
  • Titolo di disponibilità dell’immobile (per es. locazione, concessione)
  • Bilancio 2019
  • Indicazione di eventuali imprese collegate e/o controllate
  • Durc regolare
  • Visura catastale dell’immobile
  • Planimetrie relative a stato di fatto, stato di progetto e tavole di comparazione (da produrre unicamente nel caso di interventi di riqualificazione di immobili)(qualora non fossero disponibili computi e preventivi, è sufficiente produrre un elenco delle spese previste, completo di una breve descrizione)
  • Computo metrico estimativo delle opere murarie/impiantistiche e preventivi di spesa per l’acquisto di attrezzature ed arredamenti
  • Eventuali relazioni descrittive e fotografiche dell’intervento  (laddove possibile, dettagliare le soluzioni tecniche impattanti in termini di risparmio energetico ed abbattimento di barriere architettoniche

 

Newsletter

ho letto l’informativa riportata sul presente sito
presto il consenso a ricevere le newsletter dello studio