Emilia Romagna: Voucher digitali I4.0 per l’introduzione di nuove tecnologie

Cosa incentiva la misura

La Camera di Commercio dell’Emilia Romagna promuove progetti volti alla diffusione della digitalizzazione nelle imprese e all’approccio delle stesse verso una produzione green oriented, di importo minimo pari a € 5.000,00 (cinquemila/00).

Chi sono i beneficiari

Micro o piccole o medie imprese come definite dall’Allegato 1 del regolamento UE n. 651/2014, che abbiano sede legale e/o unità locali operative nella circoscrizione territoriale della Camera di commercio della Romagna e regolarmente attive ed iscritte al Registro delle Imprese.

In cosa consiste l’aiuto

Contributo a fondo perduto (sotto forma di mezzo voucher) pari al 50% delle spese ammissibili fino ad un massimo di € 10.000,00 (diecimila /00).

Alle imprese in possesso del rating di legalità potrà essere riconosciuto un bonus premiale di € 250,00 (duecento cinquanta /00), nel limite del 100% di spese ammissibili e nel rispetto dei massimali de minimis.

Quali sono le spese ammissibili

Sono ammissibili le spese finalizzate all’adozione all’interno dell’impresa di almeno una delle seguenti tecnologie:

  1. Robotica avanzata e collaborativa;
  2. Interfaccia uomo-macchina;
  3. Manifattura additiva e stampa 3D;
  4. Prototipazione rapida;
  5. Internet delle cose e delle macchine;
  6. Cloud, fog e quantum computing;
  7. Cyber security e business continuity;
  8. Big data e analytics;
  9. Intelligenza artificiale;
  10. Blockchain;
  11. Soluzioni tecnologiche per la navigazione immersiva, interattiva e partecipativa (realtà aumentata, realtà virtuale e ricostruzioni 3D);
  12. Simulazione e sistemi cyberfisici;
  13. Integrazione verticale e orizzontale;
  14. Soluzioni tecnologiche digitali di filiera per l’ottimizzazione della supply chain;
  15. Soluzioni tecnologiche per la gestione e il coordinamento dei processi aziendali con elevate caratteristiche di integrazione delle attività (ad es. ERP, MES, PLM, SCM, CRM, incluse le tecnologie di tracciamento, ad es. RFID, barcode, ecc.);
  16. Sistemi di e-commerce;
  17. Sistemi per lo smart working e il telelavoro;
  18. Soluzioni tecnologiche digitali per l’automazione del sistema produttivo e di vendita per favorire forme di distanziamento sociale dettate dalle misure di contenimento legate all’emergenza sanitaria da Covid-19;
  19. Connettività a Banda Ultralarga.

Le spese devono essere documentate da fatture emesse a partire dal 01 gennaio 2020 e fino al 60° giorno successivo dalla data della determinazione di approvazione della graduatoria delle domande ammesse a contributo.

Tutte le spese dovranno riguardare oneri di competenza dell’anno 2020 e dovranno essere regolarmente pagate e quietanzate al momento dell’invio della rendicontazione del progetto.

Quando presentare la domanda e stanziamento previsto

È possibile presentare domanda dalle ore 8:00 del 01.07.2020 alle ore 21:00 del 31.08.2020.

È prevista una procedura valutativa a sportello secondo l’ordine cronologico di presentazione delle domande.

Le risorse complessivamente stanziate dalla Camera di commercio ammontano a € 387.200,00.

Cosa può fare Forlani&CO

Lo Studio fornisce assistenza in relazione all’attivazione del contributo in oggetto. Clicca qui per la lista dei servizi forniti.

Disclaimer. Il contenuto del presente Documento è a scopo esclusivamente informativo e non può essere considerato esaustivo né costituire parere o consulenza professionale, né è inteso a fini commerciali, di relazione o di transazione con i clienti. Si declina quindi ogni responsabilità in merito ad azioni od omissioni basate sull’utilizzo delle informazioni contenute nel presente Documento.

Newsletter

ho letto l’informativa riportata sul presente sito
presto il consenso a ricevere le newsletter dello studio